LUCIANO ATTOLICO
“Toyota Way per la Lean Leadership”
RICHIEDI MAGGIORI INFO SULL'EVENTO

In Italia e nella città dell’Expo 2015, arriva il libro che studia e presenta la più avanzata forma di leadership aziendale per raggiungere l’eccellenza operativa e mantenere lo slancio per consentire di rimanere davanti alla concorrenza sul lungo periodo.

TOYOTA WAY PER LA LEAN LEADERSHIP di Jeffrey Liker e Gary Convins sarà presentato alla stampa il giorno 20 novembre 2015 a Milano, presso la location 10 WATT.  All’incontro l’autore Jeffrey Liker, indiscussa autorità internazionale in Lean Thinking, Lean Leadership ed Efficienza Aziendale, e il curatore dell’edizione italiana, Luciano Attolico, tra i massimi esperti in Europa di Lean Thinking, Performance Improvement, Leadership e Impact Innovation.

Liker (direttore del Japan Technology Management Program e professore alla University of Michigan, autore di ben 9 best-seller internazionali sul Lean Thinking e sull’efficienza industriale) interverrà nella stessa giornata all’interno dell’importante executive workshop “Impact Innovation”  – promosso da Lenovys con i partner Lamborghini, Eataly-Gruppo Ethos,  Flexform, Lavazza, Sacmi, Ruffino, Nautes e Hoepli.

Un appuntamento in cui Liker illustrerà la prossima architettura per l’innovazione di prodotto e di processo di Toyota: un nuovo sistema che porterà la multinazionale nipponica a ridurre del 20% le risorse per lo sviluppo di nuovi modelli, del 40% i costi per la realizzazione di nuovi impianti produttivi e del 50% il tempo di lancio di nuove auto a Zero immissioni.

“Con il libro TOYOTA WAY PER LA LEAN LEADERSHIP capiamo quanto il nostro sistema Paese e le aziende italiane debbano seguire il proverbio nipponico secondo cui “la visione senza azione è un sogno, mentre l’azione senza visione è un incubo” – spiega Luciano Attolico – “In questo momento storico dove ristrutturazioni aziendali, crisi e fallimenti sono all’ordine del giorno, il vero “incubo” dovrebbe essere la mancanza di visione. E’ solo grazie alla focalizzazione, a tutti i livelli, sui risultati di lungo periodo, senza mai perdere di vista la parte sociale, che un’azienda come Toyota è riuscita ad operare una profonda ristrutturazione interna e incamminarsi verso una crescita costante e continua”.